Ecco un po’ di foto scattate dagli amici per celebrare questa prima giornata di valorizzazione della Francigena. Una grande fatica collettiva ben accolta dalla città perché ai tre eventi, presentazione libri, risottata conviviale e concerto barocco hanno partecipato almeno centocinquanta persone.

Ma la cosa migliore sono stati gli sguardi, i sorrisi, gli entusiasmi, la forza e la voglia di continuare a camminare sui paralleli e sui meridiani del mondo e della propria vita, scrivendo emozioni, cantando voglia di futuro, sognando luoghi carichi di utopia, pregando il cielo e la terra, cercando nei propri passi e sulla riva del cuore le infinite ragioni per essere peregrini. Ecco il filo sottile che oggi ci ha accomunato tutti. Nessuno escluso.

Questa è la magia della Via, il miracolo della natura che irrompe nell’anima, le distanze impossibili che diventano leggerezza e poesia, che assaltano e fanno prigionieri tutti coloro che fanno il Cammino.

La musica di Bach e di Chiara, il risotto di Carlo, la fatica di Rosanna, le voci degli scrittori Angela Piacente, Andrea Vismara, Mauro Beccaria, Giuliano Mari (zio buio) e Cristiana Sartori col suo personale cammino di vita, la capacità organizzativa di Milena, gli sponsor che ci amano, la dolcezza di Ambra, l’accoglienza di Padre Nunzio, la professionalità di Umberto sono solo alcuni dei tasselli di un mosaico di voci che hanno tempestato tutte le ore del giorno.

Non finisce perchè si continuerà il 5 maggio a Nicorvo con l’aperitivo offerto dalla Caffetteria dell’Ortica e a Robbio accolti dalla ProLoco per un grande pranzo in palestra, ci si confonde con la pioggia del cielo: lacrime sincere entrambe per celebrare la bellezza, il piacere della costruzione di un percorso che ha il sapore di un tempo migliore.

E si continuerà con la Camminata di Giuliano a Palestro, evento rimandato al 23 giugno causa pioggia e forte vento